Menu Chiudi

Biscotti al vino: i biscotti della vendemmia

biscotti al vino
Condividi

0
(0)

Si chiamano in vari modi: biscotti al vino, ciambelline al vino o anche ‘mbriachelle. Sono i biscotti provenienti storicamente dal centro Italia (ne declamano la maternità il Lazio e l’Abruzzo in particolare) il cui ingrediente segreto, che non è tanto segreto, ma di certo magico, è il vino.

Che siano circolari, quindi chiamati ciambelle, o che abbiano la forma di un biscotto il loro sapore è decisamente caratteristico e, come la maggioranza dei cibi italiani, sono preparati in più regioni.

Di biscotti al vino ne esistono di vari tipi e provenienze: biscotti al vino rosso e i più recenti, e di certo innovativi e più eleganti, biscotti al prosecco.

Biscotti al vino Raboso

Se siete stati a Roma non avrete di certo notato in tutti i negozi di souvenir culinari queste ciambelline dal colore tendente all’olivastro: si tratta delle ciambelline al vino, particolarmente diffuse nel Lazio.

Tuttavia c’è un particolare tipo di produzione di queste ciambelline: si tratta dei biscotti al vino Raboso, un particolare vitigno della zona del Piave, la cui storia è particolare.

Vino proveniente da una zona che ha un’accentuata produzione di prosecco, ha dovuto combattere un po’ per emergere.

Un vino dal carattere molto forte che combina un carattere tannico con le note di frutta rossa che lo contraddistinguono. Tutte queste caratteristiche le ritrovate anche nei biscotti al vino Raboso, che rendono il loro assaggio un viaggio sensoriale addolcito dalla dolcezza tipica dei biscotti.

Biscotti al vino Gleba

Per i palati più delicati invece ci sono i biscotti al vino Gleba.

Tipico vino delicato, ricco di bollicine che solleticano il palato, il prosecco rende i biscotti sì delicati, ma dal retrogusto acceso.

Vitigno di antichissime origini, tipico della zona del Marca trevigiana, il Prosecco è uno dei vini frizzanti più bevuto in Italia e all’estero.

Che voi vogliate concedervi un assaggio leggero o lasciarvi inebriare dalla delicatezza di questa geniale combinazione i biscotti al vino Gleba fanno per voi.

Cosa bere con i biscotti al vino?

Probabilmente se chiedete in un giro turistico potreste sentir dire che i biscotti al vino vanno bevuti con il caffè, ma la verità è che i biscotti al vino rendono al loro massimo potenziale se immersi in un bicchiere di vino. Si dice che ci si debbano bagnare anche le dita nell’immergere il biscotto nel vino, altrimenti non lo godete come potreste.

La sommelier Michela Donati propone per i biscotti al vino Raboso un abbinamento con Passito Recioto Della Valpolicella DOCG Arduini.

Per quanto riguarda invece i biscotti al vino Gleba l’abbinamento consigliato dalla nostra sommelier è Erbaluce Di Caluso Passito DOCG “Venanzia” La Masera

Credits: Marta Dzedyshko da Pexels

E' stato utile questo post?

Valuta il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Non ci sono ancora valutazioni! Sii il primo a valutarlo!


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verificato in modo indipendente
483 recensioni