Menu Chiudi

Gnocchetti Sardi di grano Khorasan

gnocchetti sardi di grano khorasan
Condividi

Se pensiamo alla Sardegna la prima cosa che ci viene in mente probabilmente non sono gli gnocchetti sardi, ma la meraviglia del suo territorio, che ci fa dimenticare che in realtà quest’isola caraibica italiana offre anche una tradizione culinaria eccezionale.

Se poi pensiamo che si tratta di un’isola la Sardegna ci sorprende ancora una volta, annoverando tra i suoi piatti tipici quelli di terra in numero maggiore rispetto a quelli di mare. Gli gnocchetti sardi, anche detti malloreddus, rientrano tra le prelibatezze di quest’isola selvaggia, sospesa tra mare e maestrale.

Gli gnocchetti sardi, ovvero i malloreddus

Queste piccole listarelle col panciotto rigato, conosciuti dal continente come gnocchetti sardi, nella madrepatria sono nascono col nome di malloreddus.

La tradizione vuole che siano una pietanza tipica della civiltà contadina, che si nutriva principalmente di prodotti a base di grano.

Il nome tradizionale degli gnocchetti, malloreddus, viene proprio dalla loro forma a panciotto. Malloru significa toro e malloreddu sarebbe quindi il vitellino del toro, la cui pancia ricorda la forma degli gnocchi.

In altre zone della Sardegna gli gnocchetti portano nomi diversi:

  • nel Sassarese li troviamo col nome di ciciones o cigiones,
  • nel Logoduro come caidos oppure macarones de punzu,
  • nella zona di Nuoro vengono chiamati caravos.

Il grano Khorasan e le sue caratteristiche

Se gli gnocchetti sardi sono una prelibatezza, acquistano ancora più valore (e sapore) quelli fatti con il grano Khorasan.

Questo tipo di grano è una delle varietà più pregiate.

È stato poco conosciuto fino agli anni Settanta in Italia e si è poi diffuso, probabilmente a causa dell’aumento delle intolleranze alimentari, dovute probabilmente ai cibi sempre più modificati.

La particolarità del grano Khorasan e ciò che lo rende speciale è infatti l’assenza di modifiche genetiche che sono state fatte dall’uomo sul grano.

Questo lo rende un grano molto digeribile e con molti effetti salutari:

  • è energizzante: il grano Khorasan è ricco sì di carboidrati, ma anche di proteine e ciò lo rende perfetto per l’alimentazione degli sportivi o delle persone che sono sempre in movimento;
  • è antiossidante, caratteristica che deve all’alta concentrazione di Selenio;
  • è molto digeribile, viene infatti usato in molti tipi di diete alternative (ma non in quelle gluten-free, dato che il grano contiene glutine);
  • è privo di colesterolo
  • ha un indice glicemico basso e questo lo rende perfetto per i soggetti diabetici o le persone che hanno la glicemia alta;
  • è una buona fonte di minerali: oltre al selenio, già citato, contiene anche buone quantità di magnesio e zinco.

Come preparare gli gnocchetti sardi

La ricetta tradizionale degli gnocchetti è quella con la salsiccia ma questo tipo di pasta si adatta benissimo anche a piatti a base di verdure.

Non mi resta che dirvi: Buon Appetito!

Credits: foto di Jonathan Pielmayer on Unsplash


Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verificato in modo indipendente
487 recensioni