Menu Chiudi

Le mille confetture e una mattina

confettura
Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

0
(0)

Una fetta biscottata, del burro e una buona confettura di frutta. Questo forse è l’immaginario della colazione più comune che c’è.

O forse un croissant caldo e fumante tagliato al centro e riempito con una confettura colorata e dolce per iniziare al meglio la giornata.

Ancora una crostata appena sfornata, farcita con una confettura colorata.

 

Sono tante le alternative che si hanno e tanti gli immaginari legati alle confetture.

Tutti accomunati da pazienza e condivisione.

Sì, perché se c’è una cosa bella da fare in famiglia è proprio quella di fare insieme le conserve: scegliere la frutta con cura, sbucciarla, tagliarla, dosarla. Lavare con cura i barattoli, asciugarli bene.

Farsi accompagnare dai bambini nella preparazione delle conserve e delle confetture è un evento che, da loro, verrà ricordato sempre con affetto. E imparare una pratica tanto antica da bambini, poi, non ha prezzo.

 

Differenza tra marmellata e confettura

Molti confondono marmellate e confetture e a tal proposito si è esposta l’Unione Europea in persona, definendo marmellata solo quella di agrumi (e zuccheri) dove la presenza di frutta deve essere un minimo del 20%, mentre la confettura è quella di tutti gli altri frutti dove la percentuale minima di frutta è del 35%.

Quindi la prossima volta che usate il termine marmellata sappiate che probabilmente starete parlando di una confettura.

 

Ma sapete da dove deriva la marmellata?

Si racconta che sia nata a causa di Maria de Medici, a cui, dopo essersi trasferita in Francia per il matrimonio con Enrico IV, venne diagnosticata una grave carenza di vitamina C.

A quel punto gli uomini della corte al servizio di Enrico IV furono mandati in Italia per recuperare gli agrumi pregiati della penisola, ricchi di vitamine, tra cui proprio la vitamina C.

Dato che il viaggio era lungo – immaginate quanto tempo ci voleva per attraversare lo stivale a cavallo – per conservare la frutta furono appunto confezionate le prime conserve. Su queste conserve fu apposta una scritta: per Maria ammalata. Questa poi venne letta, una volta in Francia “poir Maire ammalate”, diventata poi, attraverso vari passaggi, modificandola, marmelade.

 

Le confetture di Mediterranea

Oggi quando si parla di confetture si può intendere qualsiasi cosa: dalle confetture dolci di frutta, classiche ed eterne, a quelle miste. È in atto, infatti, una sperimentazione culinaria meravigliosa, che accosta sapori a volte attraverso azzardi, ma con risultati eccezionali.

Date un’occhiata alle confetture dello store di Mediterranea e scegliete il gusto più adatto a voi!

E' stato utile questo post?

Valuta il post!

Voto medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Non ci sono ancora valutazioni! Sii il primo a valutarlo!


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Badge di fiducia